Test causa di un’infezione respiratoria

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Test causa di un’infezione respiratoria

Un team di scienziati della Duke University ha svolto uno studio su un test che permette di identificare la causa di un’infezione respiratoria: attraverso un esame del sangue è possibile definire la causa di un’infezione decretando la sua origine batterica o virale. Gli esiti a cui ha portato lo studio sono stati pubblicati sulla rivista Science Translation Medicine, sottolineando che dall’analisi di un campione di sangue si ha la possibilità di rintracciare la firma genetica, con cui si fa riferimento ai geni attivi che segnalano se il corpo del paziente è stato attaccato da virus o da batteri. Il test potrebbe in effetti essere utile per distinguere le infezioni batteriche da quelle virali almeno nella fase iniziale della diagnosi clinica con lo scopo di favorire la precoce somministrazione di una terapia antibiotica in caso di focus infettivo di natura batterica, scongiurando le conseguenze relative ad  infezioni gravi trattate tardivamente che potrebbe compromettere la prognosi. Con questo test si scongiura la prescrizione immotivata di antibiotici in presenza di ogni focus infettivo a prescindere dalla vera origine della malattia infettiva trascurando invece che la prescrizione di antibiotici è appropriata solo in caso di infezione batterica. Altre informazioni su: https://www.humanitasalute.it/prima-pagina-ed-eventi/67489-infezione-virus-batteri-esame-del-sangue-foto-parere-esperto/.

I dati della ricerca

Test causa di un'infezione respiratoria

Test causa di un’infezione respiratoria

Allo studio condotto dai ricercatori della Duke University ha visto la partecipazione di più di 300 pazienti colpiti dal virus dell’influenza, dal rhinovirus o da diversi batteri, che sottoponendosi al test hanno potuto ricevere una sorta di diagnosi differenziale tra infezione batterica ed infezione virale, avendo così la possibilità di distinguere i pazienti con infezione in corso da quelli non infetti. Lo scopo ultimo dello studio è quello di mettere a punto un test in grado di dare in tempi brevi unn risultato, si ipotizza che sia possibile ottenere un responso nell’arco di un’ora, uno step che potrebbe otimizzare i tempi necessari per formulare una diagnosi di infezione batterica, evitando inoltre che ai pazienti venga prescritta senza una vera motivazione una cura a base di antibiotici. Nella maggior parte dei casi le infezioni respiratorie sono di origine virale e per questa ragione le terapie antibiotiche sono inutili e determinano delle conseguenze severe: la prescrizione scorretta di antibiotici favorisce i casi di insorgenza di farmaco resistenza, un problema critico per la sanità che si trova a dover fronteggiare numerose infezioni che non possono essere trattate adeguatamente perché i batteri risultano troppo potenti e quindi difficili da debellare.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.