Streptodornasi di cosa si tratta

Comment

Streptococco beta emolitico
Pubblicità

Streptodornasi di cosa si tratta

Un enzima come la streptodornasi trovava impiego in ambito medico come trattamento utile per debellare i focus infettivi attivati da patogeni di origine batterica. Si tratta nello specifico di un enzima prodotto da vari ceppi di streptococchi beta-emolitici, fa parte del gruppo delle desossiribonucleasi, e grazie alla sua capacità di ridurre la viscosità degli essudati veniva impiegato come fattore fluidificante in ambito clinico, in particolare veniva usato come trattamento locale, facendo parte di una specifica terapia per curare eventuali cavità infette contenenti al loro interno materiale purulento. In associazione con altri principi medici questo enzima disponibile in forma farmaceutica veniva spesso impiegato in presenza di processi edemigeni con flogosi in quanto capace di determinare la scissione idrolitica dell’acido desossiribonucleico e delle nucleoproteine, in questo modo permette di eliminare il pus e la penetrazione dei farmaci antibatterici in presenza di lesioni traumatiche oppure di infezioni cutanee. Le moderne composizioni farmacologiche non impiegano frequentemente questa sostanza, mentre in passato veniva utilizzata con maggiore frequenza con lo scopo di allontanare il pus e agevolare l’introduzione dei farmaci in zone cutanee colpite da lesioni ed infezioni veicolate per lo più da batteri. Per maggiori approfondimenti si rimanda alla lettura di Streptochinasi come farmaco trombolitico che tratta di un argomento affine.

Sostanze extra-cellulari che sono responsabili della patogenicità degli streptococchi emolitici

streptodornasi

streptodornasi

Gli streptococchi emolitici sono in grado di attivare la loro patogenicità attraverso delle sostanze extra-cellulari quali: streptochinasi, streptolisine, streptojaluronidasi, streptodornasi o desossiribonucleasi; in particolare la streptolisina S e la streptolisina O (ossigeno-labile) hanno il compito di promuovere l’attività emolitica di questo ceppo di patogeni, va precisato però che la streptolisina O è antigenica: contro questa sostanza si producono nel soggetto sensibilizzato gli anticorpi titolabili in laboratorio, detti a titolo antistreptolisinico o TAS; quindi si registra un incremento del titolo antistreptolisinico in presenza di infezioni da streptococchi produttori di streptolisina O (gruppi A, C e G).

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.