Sintomi da streptococco in caso di endocardite infettiva

1 Reply

Streptococco sintomi
Pubblicità

Sintomi da streptococco dello stato infiammatorio dell’endocardio

Quando un soggetto viene colpito da uno stato infiammatorio di tipo infettivo dell’endocardio, il tessuto che riveste che circonda le parti interne del miocardio e le valvole del cuore, lamenta dei preoccupanti sintomi da streptococco che hanno un decorso variabile ed alquanto pericoloso se non si tratta il problema con la dovuta rapidità e cautela. L’endocardite infettiva è un problema provocato dall’infezione batterica del rivestimento della membrana che avvolge il cuore, che può estendersi su una valvola cardiaca oppure può sorgere in altre zone dell’endocardio. La maggior parte dei casi di endocardite sono determinati dagli streptococchi, principalmente gli alfa emolitici, capaci di diffondersi nell’area orofaringea,  gastrointestinale ma anche nel flusso sanguigno e sulla pelle. I sintomi caratteristici dell’endocardite delineano un quadro clinico alquanto variabile in cui si evidenziano disturbi quali: improvvisa febbre correlata a brividi, dolori a livello muscolare, rapida perdita di peso, sudorazione durante la notte, presenza di sangue nelle urine, astenia, rigidità degli arti, spossatezza, scompenso cardiaco, dolore nella regione del torace, casi di ischemia, gravi manifestazioni neurologiche. Altre notizie su Streptococco sintomi, infezioni, trattamenti.

Come si giunge alla diagnosi

sintomi da streptococco

sintomi da streptococco

L’infezione microbica che provoca l’endocardite infettiva è dovuta alla concomitanza di più fattori quali: l’ingresso dei batteri nel flusso circolatorio con la conseguente adesione sulla superficie endocardica e la loro capacità di proliferare in quell’ambiente senza incontrare l’azione difensiva del sistema immunitario. L’endocardite infettiva causata da streptococchi sorge con maggiore frequenza in quei soggetti che presentano una malformazione delle valvole o che portano delle protesi di valvole cardiache. La diagnosi dell’endocardite infettiva è alquanto ostica dal momento che il quadro sintomatologico non è stabile ma variabile in ogni soggetto, i disturbi poi si rivelano comuni anche ad altre patologie. Per facilitare la formulazione della diagnosi si utilizzano più strumenti di analisi quali: ecocardiogramma, test sierologici, emoculture. Quando viene individuata l’endocardite il medico formulerà la precisa terapia da seguire che prevede normalmente un trattamento a base di specifici antibiotici battericidi che agiscono sulla colonia microbica responsabile dell’infezione; in alcuni casi per curare l’endocaridte è necessario un intervento chirurgico soprattutto in presenza di gravi fattori quali: ascesso nella regione perivalvolare, scompenso cardiaco, riapertura delle protesi delle valvole cardiache. Maggiori informazioni su Sintomi streptococco: le principali manifestazioni.

Pubblicità

1 comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.