Pirogeni e batteri

Comment

Altri articoli
Pubblicità

Pirogeni e batteri

Alcuni batteri producono pirogeni che detti endotossine ed esotossine, si tratta di tossine in grado di oltrepassare la barriera ematoencefalica raggiungendo l’ipotalamo e stimolando l’aumento della temperatura. Le sostanze che possono provocare l’innalzamento della temperatura corporea possono essere interne oppure esterne all’organismo, si distinguono in questo modo le sostanze presenti nell’organismo (pirogeni endogeni) e quelle che possono essere importate dall’esterno (pirogeni esogeni). I pirogeni endogeni si trovano nei granulociti e vengono dispersi con l’attivazione della risposta immunitaria nel corso di infezioni o durante la risposta in presenza di tumori; invece rappresentano dei pirogeni esogeni non solo le tossine di origine batterica, ma anche le proteine eterogenee e le soluzioni colloidali di metalli. In generale, i pirogeni manifestano il loro effetto direttamente sui centri ipotalamici che regolano la termoregolazione, così si registra un innalzamento della temperatura corporea. Nello specifico questo meccanismo si attiva perché nelle cellule endoteliali dell’ipotalamo si trovano dei recettori nei confronti dei quali i pirogeni agiscono per rimpostare la temperatura corporea, raggiungendo un valore più alto che provoca lo stadio febbrile. Attraverso questo meccanismo l’organismo è in grado di ridurre la replicazione batterica o virale, mentre la risposta immunitaria si dimostra più efficace. Per approfondimenti: http://www.treccani.it/enciclopedia/febbre_%28Enciclopedia-del-Novecento%29/.

Come si comporta il pirogeno endogeno

Pirogeni

Pirogeni

Il pirogeno endogeno deriva dai granulociti neutrofili per azione di endotossina o di altri agenti, in genere in condizioni normali i leucociti secernono una piccola quantità di pirogeno endogeno. L’effetto pirogeno corrispondente alla quantità di leucociti, è stata individuata una quantità critica di leucociti che permette di valutare l’effetto pirogeno. Il pirogeno endogeno è dotato della natura di una lipoproteina, così come le endotossine batteriche sono lipopolisaccaridi (LPS) rilasciati dalla membrana dei batteri Gram negativi, e rappresentano le sostanze pirogene più pericolose nel campo farmaceutico, ed infatti i dispositivi medici che entrano in contatto con il circolo sanguigno devono essere controllati per garantire bassi livelli di pirogenicità.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.