Pediculosi: forme più comuni di parassitosi

Comment

Altri articoli
Pubblicità

Pediculosi: forme più comuni di parassitosi

La comparsa di pidocchi sulla cute dell’essere umano è da ascrivere a casi di pediculosi che può colpire diverse zone del corpo anche se ad essere maggiormenti interessanti da questa forma di parassitosi sono soprattutto la testa ed il pube. Le forme più comuni di pediculosi a carico del cuoio capelluto tendono a colpire soprattutto i più piccoli, interessando i bambini di età scolastica, accanto a tali episodi infettivi si registrano negli adulti casi di pediculosi pubica che si trasmette per via sessuale. I responsabili di tale parassitosi appartengono alla famiglia di artropodi chiamata Anoplura, al cui interno trova posto il Pthirus pubis che causa focus infettivi a carico della cute del pube; mentre il ceppo Pediculus humanus include due varianti: il Pediculus humanus capitis, che colpisce il cuoio capelluto, il Pediculus humanus corporis, con trasmissione di pidocchi da un soggetto ad un altro attraverso il contagio diretto che avviene con il cambio di abiti infetti. Il prurito è il sintomo è il principale segnale di avvertenza che segnala un possibile contagio, la sensazione pruriginosa è dovuta alla reazione allergica della cute alla saliva dei pidocchi. Questi parassiti non possono sopravvivere a lungo lontano dal cuoio capelluto visto che si nutrono di sangue e vivono a contatto con la cute. Il prurito si manifesta a distanza di qualche settimana in quanto le punture inizialmente non vengono percepite a causa di una sostanza anestetizzante presente nella saliva dei pidocchi. Oltre al prurito possono comparire delle piccole lesioni attorno alla sede della puntura ed altre provocate dallo sfregamento delle dita che grattano la cute alla ricerca di sollievo; nei casi più gravi possono comparire eritemi e tumefazione. Altre notizie su: http://doctorsane.blogspot.com/2016/05/pidocchi-come-curare-il-problema.html.

Come trattare i pidocchi

Pediculosi

Pediculosi

Per debellare i pidocchi sono disponibili polveri, creme, mousse, gel, shampoo a base di permetrina, un piretroide sintetico capace di uccidere pidocchi ed uova, in alternativa si ricorre alle piretrine naturali ed a prodotti a base di vitamina E che uccidono i pidocchi per soffocamento; un altro trattamento consiste nell’uso di una lozione al 5% di alcool benzilico, si può inoltre usare il malathion, un antiparassitario indicato solo per i bambini di età superiori ai 6 anni. Per contrastare la pediculosi è utile la tecnica di wet combing che prevede di adoperare un pettine a denti fitti da passare tra i capelli precedentemente ricoperti di balsamo, in questo modo si facilita la cattura degli insetti. Anche gli abiti devono essere trattati con insetticidi, le soluzioni a base di permetrina e lindano sono indicate anche in caso di infestazione a carico della zona pubica.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.