Infezioni genitali streptococco agalactiae

Comment

Streptococco agalactiae
Pubblicità

Infezioni genitali streptococco agalactiae

Sia gli uomini che le donne possono venir colpiti da infezioni genitali, tra i patogeni responsabili di questo quadro clinico bisogna segnalare lo streptococco agalactiae in grado di colonizzare ll’uretra dell’uomo ed anche la mucosa genitale della donna. La popolazione sessualmente attiva interessata da episodi di infezioni genitali o malattie veneree possono venir attaccati da batteri, protozoi, virus o funghi che i due partner si scambiano nel corso di un rapporto sessuale non protetto. Le più comuni infezioni contratte per via sessuale nella donna possono interessare diverse aree genitali quali: la vagina, la vulva, la cervice uterina, l’uretra, l’endometrio, le pelvi, le tube di Falloppio; invece nell’uomo le aree genitali più coinvolte sono rappresantate da: glande, prepuzio, epididimi, uretra, testicoli, prostata, dotti eiaculatori, vescicole seminali. Oltre a scatenare infezioni genitali, lo streptococco agalactiae può causare altri focus infettivi quali: polmonite, meningite, batteriemia, sepsi, danni cerebrali;  questo patogeno può diventare opportunista nei pazienti con un sistema immunitario debilitato come gli anziani, i pazienti immunodepressi ed i soggetti che hanno il diabete o la cirrosi. Altre notizie su http://www.my-personaltrainer.it/benessere/infezioni-genitali.html.

Il ruolo della prevenzione contro le infezioni genitali

infezioni genitali streptococco agalactiae

infezioni genitali streptococco agalactiae

La prevenzione è una arma essenziale per evitare le infezioni genitali, e tra le misure da adottare è bene fare attenzione alla contraccezione soprattutto in caso di rapporto sessuale con partner a rischio; è bene inoltre fare attenzione all’igiene intima evitando di utilizzare dei detergenti aggressivi, eccessivamente profumati in quanto aumentano il rischio di proliferazione patogena in quanto determinano l’alterazione della flora batterica genitale e del pH fisiologico delle parti intime, durante la regolare igiene intimaè meglio evitare i lavaggi assidui dal momento che i detergenti anche se delicati possono modificare il pH fisiologico dei genitali femminili e maschili. Bisogna aver cura anche nella scelta dell’abbigliamento intimo, visto che alcuni capi di biancheria intima sintetica oppure dalla vestibilità troppo derente tendono ad aumentare il rischio di infezioni genitali in quanto alterano il fisiologico ecosistema genitale che viene maggiormente esposto ai patogeni.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.