Il quadro clinico della schistosomiasi

Comment

Altri articoli
Pubblicità

Il quadro clinico della schistosomiasi

Un tipo comune di infezione da trematodi come la schistosomiasi (o bilharziosi) è causata da elminti trematodi del genere Schistosoma che scatenano possibili condizioni patologiche a carico dell’intestino, dopo aver contratto il focus infettivo nuotando o bagnandosi in acqua dolce contaminata dai platelminti. L’infezione è tipica delle regioni tropicali e subtropicali del Sud America, dell’Africa e dell’Asia, si acquisisce entrando in contatto con acque dolci contaminate dalle larve di Schistosoma che sono in grado di penetrare nell’organismo degli uomini attraverso la pelle, una volta aggredito l’ospite i patogeni sviluppano vermi adulti: le femmine generano così uova che vengono escrete tramite le feci o le urine. Penetrando nel corpo degli umani, i parassiti attraverso il torrente ematico migrano fino al fegato, dove maturano in trematodi adulti, gli adulti si spostano nella loro sede finale, le vene di piccolo calibro della vescica o dell’intestino, dove possono rimanere per anni; le larve adulte depositano molte uova nelle pareti dell’intestino o della vescica. Le uova di Schistosoma oltre a provocare eventuali infiammazione a livello locale, causano ulcere, sanguinamento e formazione di tessuto cicatriziale; talvolta le uova sono in grado di penetrare nelle feci o nelle urine. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di: http://www.tropicalmed.eu/Page/WebObjects/PageTropE.woa/wa/displayPage?name=Schistosomiasi.

Come avviene il contagio

schistosomiasi

schistosomiasi

Dopo il contatto con la pelle umana si manifesta un’eruzione cutanea pruriginosa provocata appunto dall’ingresso del parassita, dopo diverse settimane possono presentarsi altri sintomi che delineano il quadro della cosiddetta febbre di Katayama, caratterizzata da: febbre, brividi, dolori muscolari, affaticamento, nausea, dolore addominale, eosinofilia ed altri sintomi a carico del distretto anatomico colpito. Alcuni soggetti possono sviluppare delle forme croniche di schistosomiasi a causa della presenza di uova nei tessuti intestinali oppure urinari. A seconda della specie di Schistosoma responsabile dell’infezione, si scatenano nel paziente dei sintomi a carico dell’intestino o dell’apparato urinario, la schistosomiasi negli uomini viene attivata da cinque specie di Schistosoma quali: Schistosoma hematobium con focus infettivo localizzato nel tratto urinario; Schistosoma mansoni, Schistosoma japonicum, Schistosoma mekongi e Schistosoma intercalatum con infezione del tratto intestinale e del fegato. Il genere Schistosoma mansoni è diffuso soprattutto in Africa ma è diffuso anche nell’emisfero occidentale, invece i generi Schistosoma japonicum e Schistosoma mekongi sono presenti in Asia e nel Sud-est asiatico.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.